Progetto Riparto

INTRODUZIONE

Questa nuova sezione di SCIENCE PROMOTION ideata nella prima metà del 2017, comprende alcune Raccomandazioni, condivise tra diverse Società Scientifiche, che tracciano indicazioni operative sia di tipo clinico che di tipo assistenziale, in merito all’inquadramento ed alla gestione del Paziente con multimorbidità.

La prima produzione di Documenti di Consenso Intersocietari, riguarda il Paziente Diabetico con Multimorbidità Cardiovascolari.

Tale scelta di priorità, si fonda su alcuni criteri discussi dal Panel degli Esperti e che tiene conto dei seguenti aspetti: complessità gestionale (qualitativa), rilevanza per le Società Scientifiche interessate, carico delle prestazioni cliniche e frazione epidemiologica interessata (quantitativa).

Con la recente approvazione di diverse nuove Norme ad alto impatto sulla Professione Medica (DDL Gelli) e sulle Organizzazioni Sanitarie (nuovi LEA e Piano Naz.le Cronicità), si rende sempre più opportuna una rivisitazione (una «ripartenza», da qui il nome dell’acronimo dato al Progetto) di alcuni percorsi (PDTA) particolarmente critici, soprattutto in senso clinico-organizzativo.

L’occasione, quanto mai “storica”, può rappresentare la possibilità di una forte riaffermazione del ruolo guida delle Società Scientifiche nell’indicare i percorsi integrati e le soluzioni alle problematiche dei pazienti con cronicità multiple e che spesso non sono ben inquadrati nelle attuali Linee Guida delle singole patologie e che rappresenteranno una fonte normativa importante per guidare i medici in termini di responsabilità professionale.

Proprio il primo Decreto attuativo del DDL Gelli del resto, ha riguardato l’accreditamento delle Società Scientifiche (DL Lorenzin del 2 Agosto 2017)  e con esso la responsabilità che avranno le Società Scientifiche accreditate presso l’Albo Naz.le, di pubblicare ed aggiornare le nuove Linee Guida e quindi aprire un nuovo corso di tipo metodologico e di governance clinica e professionale.

La multicronicità , in particolare nei pazienti diabetici, rappresenta la norma in una popolazione sempre piùanziana ed una sfida futura sempre più significativa per gli operatori sanitari. Essa è un problema importante in quanto in grado di ridurre ulteriormente qualità e aspettativa di vita, complicare la politerapia farmacologica e generare carichi di prestazioni sanitarie non facilmente programmabili dai servizi sanitari territoriali.

Pazienti affetti da multicronicità, vengono presi in carico da Professionisti sanitari di diversa estrazione, in momenti diversi del loro percorso evolutivo e con ridotta probabilità di scambio di informazioni tra i vari operatori nei vari setting ambulatoriali ed ospedalieri.

Questo processo di consenso Intersocietario, si ispira alle più recenti raccomandazioni generali del National Institute for Health and Care Excellence (NICE) in tema di approccio, valutazione clinica e gestione dei Pazienti con multimorbidità.

ULTIMI DOCUMENTI PUBBLICATI

  • Raccomandazioni Intersocietarie per il paziente diabetico con multimorbidità cardiovascolari

    Leggi di più
  • Documento su paziente diabetico e cardiopatia ischemica

    Leggi di più